GRAZIE

image_pdfPDFimage_printStampa

Oggi mi rendo conto che si è presentata alla nostra porta la stanchezza. Lavoro con persone che hanno una responsabilità sociale profonda senza distinzione tra volontari, professionisti o militi della protezione civile.

Dobbiamo imparare a usare le nostre forze in modo intelligente perché questa partita richiede pazienza, tattica e molta forza di volontà.

GRAZIE per l’impegno che mettete in ogni gesto; che siate nella logistica, in cucina, nelle pulizie, al centralino, alla consegna della spesa, alle consegna dei medicamenti o dei pasti, che facciate supporto telefonico a chi ha bisogno di parlare o che regaliate anche solo un sorriso.

Però devo fermarmi un attimo questa sera e porto a nome di tutti noi un pensiero alle persone che conosciamo e che stanno vivendo un momento di sofferenza; tutti noi ci stringiamo attorno a queste amicizie.

Ho anche la consapevolezza che questa realtà è un campo di studio per biologici, psichiatri e sociologi; materiale di discussione per chi vede complotti ovunque; per altri una guerra finanziaria; per altri il motivo di cambiare gli equilibri europei; per gli innamorati l’impossibilità di viversi o superare le difficoltà; per altri il blocco delle loro attività professionali o progetti;
… e potremmo continuare all’infinito…

Spero che tutti noi sapremo guardare nella giusta direzione perché solo questo ci permetterà di uscire da questo momento e affrontare il futuro.

A bientot
Yves

Articolo precedente
#distantimauniti
Articolo successivo
MI CHIAMO TOMMY

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu